Scoperto sul pianeta Venere uno strato di ozono

La sonda dell’ESA, la Venus Express, ha identificato uno strato di ozono nell’atmosfera di Venere. Si tratta di una scoperta che potrebbe aiutare la ricerca di vita su altri pianeti. Lo strumento SPICAV a bordo della sonda, ha analizzato la luce delle stelle, cercando la caratteristica impronta dell’ozono. Secondo i modelli rielaborati al computer, l’ozono su Venere si forma quando la luce del sole rompe le molecole di anidride carbonica, rilasciando atomi di ossigeno. Tali atomi vengono poi spazzati dai venti attorno al lato notturno del pianeta. In questa zona si combinano per formare due molecole di atomi di ossigeno e a volte anche tre atomi di molecole d’ozono. La scoperta potrebbe aiutare gli astronomi nella ricerca di vita su altri pianeti. L’ozono, finora scoperto solo nell’atmosfera marziana, è di fondamentale importanza per la formazione della vita, poiché assorbe gran parte dei raggi ultravioletti dannosi prodotti dal sole. Secondo gli astrobiologi, perché si possa pensare alla presenza di qualche forma di vita, la concentrazione di ozono su un pianeta deve essere almeno del 20% di quella terrestre, Venere è al di sotto di questa soglia. In ogni caso, “possiamo usare queste nuove osservazioni per testare e perfezionare gli scenari per la rilevazione della vita su altri mondi”, ha dichiarato Franck Montmessin, a capo della missione di ricerca. Fonte

Al momento non sono presenti commenti.

Scrivi un commento: