La Nasa prepara gli strumenti per la missione Solar Orbiter

La NASA sta attualmente sviluppando una Solar Orbiter Heliospheric Imager (SoloHI) e un Heavy Ion Sensor (un sensore di ioni pesanti) che saranno utilizzati nella prossima missione Solar Orbiter, missione per l’osservazione del Sole e che utilizzerà una sonda attualmente in sviluppo presso l’Agenzia Spaziale Europea. Al suo massimo avvicinamento, la sonda europea opererà a circa 21 milioni di miglia dalla superficie del sole, vicino l’orbita di Mercurio a circa il 25% della distanza dal Sole alla Terra. La missione aiuterà a capire meglio il funzionamento delle tempeste solari, in grado di produrre campi elettromagnetici che possono indurre gravi problemi nelle apparecchiature elettroniche, con possibilità anche di un blackout diffuso. Tali tempeste possono anche interferire con i satelliti, i sistemi di comunicazione dei velivoli in viaggio vicino ai poli terrestre, nonché con la fonia cellulare. L’orbita ellittica della sonda permetterà anche di seguire la rotazione della stella, facilitando le osservazioni di aree specifiche per molto più tempo di quanto sia attualmente possibile. Il lancio della Solar Orbiter è previsto per il 2017 da Cape Canaveral Air Force Station, in Florida. Fonte

Al momento non sono presenti commenti.

Scrivi un commento: