Archivio novembre, 2010

Sviluppato driver open source per il Microsoft Kinect

Circa una settimana fa, la società Adafruit aveva lanciato un “concorso” nel quale metteva in premio $2000 per ogni individuo che sarebbe riuscito a sbloccare il nuovo dispositivo Microsoft Kinect e renderlo quindi funzionante su altri dispositivi al di fuori della console Xbox360. Per chi non lo conoscesse, il Kinect è un accessorio sensibile al movimento del corpo umano. A differenza del Wiimote di Nintendo e al Sony laystation Move, Kinect permette al giocatore di interagire con la console utilizzando il suo solo corpo, senza quindi adoperare nessun dispositivo. Oggi è stato annunciato che qualcuno è riuscito nell’impresa. Microsoft ha ovviamente manifestato la propria contrarietà facendo dichiarata a un portavoce dell’azienda di Redmond: “Con Kinect, Microsoft ha messo a punto diversi sistemi hardware e software per far si che la manomissione del controllo sia minima. Microsoft continuerà a fare progressi in tal senso, lavorando a stretto contatto con le forze dell’ordine e con le altre aziende preposte alla sicurezza e all’anti manomissione degli apparati”. Fonte



Apple da ieri accetta applicazioni per il nuovo Mac App Store

Apple ha aperto le porte del suo nuovo Mac App Store, il negozio che alla stregua dell’App Store di iPhone e iPad, permetterà agli sviluppatori di pubblicare App dedicate a Mac OS X e che sarà già integrato di default nel prossimo Mac OS X Lion (che dovrebbe essere rilasciato entro l’estate 2011). Ogni sviluppatore iscritto al programma, quindi, potrà già sottomettere le proprie applicazioni e vederle pubblicare nel Mac App Store  che dovrebbe essere rilasciato agli utenti della Mela tra un paio di mesi.



Disponibile nuova beta di Firefox per Android

Mozilla ha recentemente rilasciato la prima versione di Firefox per sistemi mobile equipaggiati con Android; un progetto che inizialmente era meglio conosciuto col nome ‘Fennec’. Ieri, la società ha annunciato una nuova beta di Firefox per Android. La nuova release fa minore uso di memoria, integra migliorate funzioni di rendering del testo e riduce il pacchetto dai 43MB della release precedente ai 17MB della nuova beta. L’aggiornamento, inoltre, accelera le operazioni di panning/zoom e rende il caricamento delle pagine web il 25% più veloce rispetto al browser integrato in Android. Anche il tema del browser è stata aggiornato al fine di rendere il browser molto più facile da usare, rendendo più snella la procedura di condivisione delle pagine web aperte. Mozilla ha dichiarato che la prossima versione del browser sarà dotata di funzionalità per l’accelerazione hardware, nonché di funzioni ad-hoc per la visualizzazione di video in formato HTML5. Questo il link per il download del pacchetto APK

Materiale per produrre finestre che si trasformano in pannelli solari

Presso il Department of Energy’s Los Alamos National Laboratory and Brookhaven National Laboratory degli Stati Uniti, si è messo a punto una nuova tipologia di materiale in grado di assorbire la luce e produrre energia elettrica su grandi aree; il nuovo materiale potrebbe essere impiegato per progettare pannelli solari trasparenti da utilizzare in tutte le abitazioni. Mircea Cotlet, chimico-fisico a capo dello studio e Hsing-Lin Wang, co-autore dello studio e ricercatore presso la Divisione di Chimica a Los Alamos, hanno messo a punto un sottile film di pellicola trasparente realizzato con polimeri semiconduttori “a spillo” (fullerene), di forma rotonda e composti da una “gabbia” di 60 atomi di carbonio. “Potenzialmente, con ulteriori perfezionamenti, tale tecnologia potrà essere impiegata per far si che le finestre di una casa o di un ufficio possano generare energia elettrica sfruttando solo la luce solare”, ha dichiarato Wang. Cotlet ha continuato: “Immaginate una casa fatta con finestre di questo tipo che, combinate con un tetto solare, darebbero un significativo taglio alle spese di energia elettrica”. Fonte e approfondimenti

Da Trascend arrivano le CFast, ovvero l’evoluzione delle Compact Flash

Transcend ha rilasciato i primi dispositivi dotati di tecnologia che rimpiezzerà il formato Compact Flash. Si chiamano CFast e offrono un aumento del throughput da 90MB/sec a 375MB/sec. Delle schede velocissime quindi che potranno trovare largo impiego nelle fotocamere digitali di fascia alta e non solo. Il nuovo formato integra una interfaccia SATA e offre una capacità di storage di 2GB, 4GB, 8GB e 16GB. Le nuove schede hanno lo il medesimo fattore di forma delle Compact Flash, ma essendo dotate di interfaccia SATA e non IDE, risultano incompatibili con il vecchio standard e quindi inutilizzabili negli attuali dispositivi, come fotocamere digitali e smartphone. Fonte e approfondimenti

Presto uno spray per dire addio al raffreddore

Ricercatori dell’Università di Cambridge hanno messo a punto una tecnica che, grazie all’utilizzo di particolari anticorpi e una proteina, conosciuta come Trim 21, permette di distruggere il virus del raffreddore appena questo entra in contatto con la nuova sostanza (basterebbero 1 o 2 ore per portare a termine la distruzione totale del virus). Secondo il prof. Leo James, coordinatore della ricerca, un primo farmaco potrebbe essere già disponibile entro i prossimi dieci anni, una sorta di spray nasale. Se ciò fosse vero, si tratterebbe di una svolta epocale contro una delle malattie più diffuse sul pianeta e non solo, infatti, aprirebbe la strada allo studio di altre patologie simili che ogni anno sono causa di morte. Lo studio è stato pubblicato sul magazine scientifico Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS)

Nokia rende disponibile Wordpress mobile anche per i suoi smartphone

WordPress è sicuramente la piattaforma di blog più installata al mondo e Automattic Inc., la società che sta dietro al prodotto, ha già messo a disposizione dei clienti mobile applicazioni per interagire con la piattaforma in mobilità. L’app è infatti disponibile per sistemi BlackBerry, Google Android e Apple IOS. Fino ad oggi, quindi, a rimanere fuori erano i soli utenti Nokia, impossibilità ad avere un cliente esteso di interazione; fino ad oggi, si, perché Nokia ha annunciato la disponibilità della piattaforma anche per gli smartphone dotati di sistema operativo Symbian. Gli utenti possono creare e modificare i post di blog e pagine, con tanto di funzioni per la formattazione del testo, la gestione dei commenti, la visualizzazione delle statistiche del sito. L’applicazione WordPress è disponibile gratuitamente nell’Ovi Store. La versione attuale supporta i siti web sviluppati a partire da Wordpress 2.7 e non è compatibile con i dispositivi Symbian3.

Con Skyfire visualizzi sul tuo iPhone i video in Flash

Skyfire, una startup americana ha rilasciato un software, approvato da Apple, che permette ai dispositivi della casa di Cupertino di visualizzare video flash sui suoi dispositivi mobile. Skyfire utilizza una tecnologia rivoluzionaria, tenuta in incubazione per mesi e ora disponibile nel browser che sarà rilasciato tra un paio di giorni. Ma come funziona? Semplice, tutti i video Flash vengono automaticamente convertiti da un server in formato HTML5, quindi visualizzati sui dispositivi Apple. Di contro Skyfire non sarà in grado di convertire giochi e app Flash-based o contenuti che non siano dei video. Skyfire sarà disponibile nell’App Store a partire da domandi a un prezzo di 2,99$. Link alla pagina ufficiale del prodotto

Nuovo Virus Trojan attacca computer Mac attraverso i siti di social networking

Sulla scia di una recente scoperta di un exploit per il sistema iOS di casa Apple, SecureFirm e Intego, due società impegnate nella sicurezza informatica, rivelano che un nuovo trojan prende di mira gli utenti Mac utilizzando una vulnerabilità del player Java OS X. Secondo il rapporto Intego, il nuovo malware, trojan.osx.boonana.a, è in realtà una versione rielaborata del malware Koobface, che ha attaccato in passato i sistemi Windows. Gli utenti possono “infettarsi” visitando i link pubblicati su Facebook, MySpace, Twitter e altri siti web. Cliccando il link, l’applet tenta di eseguire il work. Gli utenti possono fermare l’infezione prima che venga avviato negando il permesso di eseguire l’applet Java, se invece si esegue lo script, l’applet tenterà di stabilire una connessione con un server remoto e installare un rootkit che permette a un hacker remoto di prendere il controllo da remoto. I file “malevoli” vengono copiati in una cartella invisibile, Jnana, nella directory home dell’utente. E’ importante ricordare che Apple, nella prossima release di Mac OS X 10.7 “Lion” quasi sicuramente non includerà di default il Java player. Fonte

Logitech K750, la prima tastiera wireless alimentata a energia solare

Logitech ha annunciato la K750 Wireless Keyboard, una tastiera senza fili che trae l’energia necessaria al suo funzionamento direttamente dall’energia solare. Ciò significa che finalmente potremo dire addio alla noiosa pratica di dover sostituire le batterie o procedere alla ricarica delle stesse, magari proprio mentre si è impegnati nella stesura di un importante testo. La tastiera si carica ogni volta che viene sottoposto a luce, naturale o artificiale che sia e rimane in carica per almeno tre mesi nel buio totale (almeno secondo quanto dichiarato dalla casa produttrice). La tastiera è fornita anche di un particolare software, chiamato “Solar Logitech App” che informa l’utente sulla quantità carica della batteria solare e il quantitativo di luce che in quel momento irradia la tastiera. La Solar Wireless Keyboard K750 sarò disponibile a fine mese ad un prezzo di 79,99$. Link alla pagina ufficiale del prodotto

« Pagina precedente