Autodiagnosi del diabete senza “pungere il dito”

I dispositivi oggi in commercio che permettono di effettuare la misurazione della glicemia, consistono nel prelevare una goccia di sangue, tramite una piccola puntura sul dito. Alcuni scienziati di Hong Kong, guidati dal prof. Joanne Chung,  hanno messo a punto un dispositivo che permette di effettuare il medesimo controllo senza dover prelevare gocce di sangue. Il nuovo strumento emette delle particolari onde simili all’infrarosso, capaci di attraversare la cute e, in appena 10 secondi, fornire il livello di glucosio nel sangue. Le onde emettono delle frequenze proporzionali alla quantità di glucosio presente nel sangue. L’attendibilità della misurazione è di circa 80%-85%. La speranza dei ricercatori è ora quella di mettere a punto uno strumento simile capace di misurare colesterolo, trigliceridi, ecc.

Al momento non sono presenti commenti.

Scrivi un commento:

(c) 2008 Virtual Studio Lab | P.Iva: 02864640780
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Cosenza - nro. 836 del 17 luglio 2008

Numero iscrizione ROC 17477 del 03/10/2008