Un vino che combatte l’infarto e l’accumulo di grasso nel sangue

L’australiano professore Philip Norrie  ha dichiarato di aver messo  a punto un particolare vino, contenente fino a cento volte il normale contenuto di resveratrolo, un potentissimo antiossidante presente nella buccia dell’acino d’uva. Secondo il medico, l’assunzione di tale vino ridurrebbe drasticamente le possibilità di ammalarsi di attacco cardiaco, nonché libererebbe le arterie da ogni tipologia di grasso dannoso. Nei suoi vigneti nella Lower Hunter Valley, Norrie si è quindi dato alla sfrenato produzione di shiraz e chardonnay, vini con 100 mg di resveratrolo per litro, ovvero quasi 100 volte il contenuto normalmente rivelabile in una normale bottiglia di vino bianco e fino a 25 volte in una di vino rosso. Norrie comunque sottolinea che, come buona norma vuole, il consumo del vino deve essere pur sempre limitato a 1/2 bicchiari durante i pasti principali.

1 commento:

  1. Luigi, 21. Gennaio 2009, 20:14

    Salve,
    qualcuno ha notizie più dettagliate di questo argomento, o notizie recenti della c.d. “proteina spazzina delle arterie” brevettata dalla Pfizer?
    Grazie

Scrivi un commento:

(c) 2008 Virtual Studio Lab | P.Iva: 02864640780
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Cosenza - nro. 836 del 17 luglio 2008

Numero iscrizione ROC 17477 del 03/10/2008