A Crema si sperimenta il primo pacemaker wireless

Presso l’Ospedale Maggiore di Crema, nella fattispecie presso l’unità operativa di cardiologia diretta da Giuseppe Inama , si sta sperimentato una nuova tipologia di pacemaker, prodotto dalla Medtronic, e già utilizzato con successo in America su circa 150.000 pazienti cardiopatici. La particolarità del nuovo pacemaker è data dall’essere wireless, ovvero può inviare i dati di funzionamento direttamente ad un PC, o a un qualunque dispositivo in grado di interpretarli, senza fili, ovvero così come avviene per la trasmissione dei dati nei comuni apparati wireless di un personal computer. Il test inizialmente interesserà circa 150 pazienti del territorio cremonese. Grazie al nuovo pacemaker i pazienti, spiegano i medici, “trasmettono i dati direttamente all’ospedale tramite il CareLink Network, la rete ideata da Medtronic. In questo modo sono sempre in contatto con il cardiologo, che viene avvisato con e-mail o sms e visualizza le condizioni del paziente sul computer“.

Al momento non sono presenti commenti.

Scrivi un commento: