L’infrarosso per trasferire il contenuto di un CD in un secondo

Sui telefoni cellulari, sui notebook e su altri dispositivi hi-tech di qualche tempo fa, veniva montato un ricevitore/trasmettitore ad infrarosso che permetteva il dialogo e trasferimento dati con altri dispositivi dotati della medesima tecnologia. Nel tempo l’infrarosso è stato sostituito dal bluetooth e Wi-Fi, soluzioni più moderne e in grado di garantire un trasferimento dati nettamente più veloce. Oggi, alcuni ricercatori giapponesi della KDDI R&D Laboratories riportano in auge il vecchio glorioso infrarosso, dichiarando di aver messo a punto una soluzione in grado di aumentare la velocità di trasferimento, dai teorici 4Mbps, a circa 1000Mbps. Una nuova tipologia di LED che permette, per intenderci, di trasferire l’interno contenuto di un CD-Rom in appena un secondo. Non meravigliamoci, quindi, se nei prossimi cellulari e notebook rivedremo comparire la mita porta Infrared.

1 commento:

  1. Chicche da www.hi-techlife.com « Marco e Massimiliano’s Weblog (Pingback), 20. gennaio 2008, 23:08

    [...] L’infrarosso per trasferire il contenuto di un CD in un secondo [...]

Scrivi un commento: