Come limitare la frequenza di lavoro del processore

E’ risaputo, tanto più potente è un processore tanta più energia richiedere per il suo funzionamento e tanto più calore viene sprigionato. In talune circostanze si utilizza il PC solo per mere operazioni di navigazione web, editing di testi, chat, etc, senza quindi sfruttarne appieno le potenzialità. In questi casi è inutile mantenere il processore al 100% delle sue funzioni, si hanno solo dei sprechi, sarebbe quindi opportuno limitarne la frequenza di utilizzo a seconda delle proprie reali necessità. Per fare questo, in Windows, esiste un semplice trucco: fare clic su Risorse del computer quindi cliccare sulla voce Proprietà e sulla tab Avanzate. A questo punto selezionare la voce Variabili d’ambiente e, tramite il pulsante Nuovo in Variabili di sistema, creare una voce wcgrid_max_cpi, immettere un valore che indicherà la percentuale di utilizzo del processore. Per esempio, se volessimo limitare il processore al 30% della sua reale potenza, digiteremo il valore 30. La procedura generalmente funziona su tutti i PC, tuttavia si è riscontrato che su alcuni particolari modelli è disabilitata.

1 commento:

  1. Limitare la frequenza del processore | Geektwice - Tutto sull'informatica (Pingback), 26. novembre 2010, 22:32

    [...] | HitechLife Pubblicato in hacker, hardware | Tag: [...]

Scrivi un commento: