I voli aerei di tutto il mondo in una sola foto satellitare

La foto di apertura (scaricabile sul sito dell’ESA ad alta risoluzione) che state osservando è stata riprodotta grazie al satellite Proba-V che, tra le altre funzioni per cui è stato progettato, raccoglie anche informazioni su velocità, posizione e altitudine degli aerei. La mappa mostra come lo spazio aereo di USA, Europa e Asia sud-orientale è densamente trafficato. Ora l’ESA vuole lanciare una serie di satelliti simili che possono meglio raccogliere segnali ovunque sulla Terra, con l’obiettivo di riuscire a scrutare il cielo e impedire la scomparsa di voli aerei, così come purtroppo accaduto per il volo Malaysia Airlines MH370.

La mappa mostra l’incredibile numero di 15.000 aerei distinti sulla base di 25 milioni di posizioni e 22.000 segnali in tutto il mondo.

Toni Delovski del Centro aerospaziale tedesco DLR, che supervisiona l’esperimento, spiega: “Restiamo operativi 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana, ciò comprende anche la  manutenzione occasionale o l’aggiornamento del sistema” e continua: “Abbiamo dimostrato che la rilevazione di un velivolo può essere tranquillamente effettuata anche dallo Spazio, nonostante i segnali degli aerei non siano mai stati progettati per essere captati da così lontano”.

Più piccolo di un metro cubo – pesa meno di 140 chilogrammi -, il satellite Proba-V (Project for On-Board Autonomy and Vegetation) sta compiendo diversi esperimenti tecnologici, tra questi anche quello per cui è stato realmente lanciato in orbita: monitorare con cadenza di due giorni lo stato di crescita della vegetazione a livello mondiale, buttando un’occhio su fenomeni come la deforestazione, la perdita dei raccolti e la desertificazione globale.

Commenti