Una vite di 300 milioni anni? È opera degli alieni?

Quella che vedete in foto per alcuni sembra essere una prova che gli alieni, milioni di anni fa, hanno fatto visita al nostro pianeta. Si tratta di una sorta di vite di 2cm incastonata in una roccia rinvenuta nella regione russa di Kaluga nel 1990. La “vite”, posta in una cavità, presenta contorni perfettamente delineati.

In realtà, per diversi altri scienziati, che hanno sottoposto la roccia ai raggi X, si tratta di una creatura marina fossilizzata, risalente al Giurassico e conosciuta come Crinoidi. Intorno alla “vite” infatti sarebbero stati trovati resti di questi fossili che per forma ricordano proprio una sorta da vite, anche se rimane da capire, sempre che questa testi sia quella attendibile, come sia stato possibile che materiale organico fossilizzato abbia potuto ricreare una cavità così perfetta. In milioni di anni si sono susseguite oltre 600 specie di crinoidi ora estinti, anche se alcune specie vivono in forme diverse nei mari odierni. I crinoidi erano molto comune milioni di anni fa, ne è la prova gli innumerevoli fossili rinvenuti che somigliano proprio alla ‘vite’ ritrovata incastonata nella roccia.

I ricercatori russi, afferenti al team Kosmopoisk, specializzati in tutto quello che concerne gli UFO e il mondo del paranormale, credono invece che l’insolito oggetto, scoperto proprio durante una loro missione, risalga a 300 milioni di anni fa, epoca in cui sulla Terra avrebbe vissuto – asseriscono i ricercatori – una civiltà umana altamente progredita e poi scomparsa, oppure risalente a un periodo in cui sulla Terra vivevano forme aliene.

Commenti