L’iPhone lo ricarico a manovella. Un case per le ricariche d’emergenza

Per ricaricare i dispositivi mobili stanno prendendo piede le più disparate tecnologie, caricatori di ogni sorta, powerbank e altre diavolerie, ma mai nessuno aveva pensato di progettare un case che permette di ricaricare il proprio iPhone con una manovella. Il dispositivo, battezzato Crankcase, progettato da Mark Gabriel della Ampware, garantisce 40 minuti di autonomia aggiuntiva della batteria a fronte di un minuto dedicato a girare la manovellina che trova posto dietro il case (i progettisti garantiscono tre ore di alimentazione avvolgendo la maniglia per soli cinque minuti). Il case è altresì provvisto di porta USB per ricaricare altri device mobili collegati alla stessa.


Mark Gabriel, co-fondatore di Ampware, che ha sede a Baton Rouge, in Louisiana, ha dichiarato che l’idea del caricatore a manovella è nata dopo egli è rimasto impossibilitato a chiamare la sua famiglia dopo l’uragano Katrina del 2005: “ho capito che  non poter accedere a fonti energetiche significava non aver nessun modo di rimanere in contatto con amici e famiglia”.

Il dispositivo garantisce 40 minuti di autonomia aggiuntiva della batteria a fronte di un minuto dedicato a girare la manovellina.

Per produrre energia Crankcase utilizza un generatore a dinamo magnetica. La manovella utilizzata per la ricarica può essere adoperata anche come punto d’appoggio per fissare l’iPhone su scrivanie e affini.  Per finanziare la progettazione e commercializzazione il team di sviluppo del dispositivo ha avviato una campagna di crowdfunding sul sito Indiegogo. Il team prevede di iniziare la commercializzazione, al costo di 59 dollari, entro ottobre 2015.

Commenti