Addio a Internet Explorer. Microsoft punta sul browser Spartan

Il browser Internet Explorer non è più un giovincello, non li dimostra ma ha più di 25 anni, ha fatto la storia della navigazione Web (nel bene e nel male) diventando l’indiscusso numero uno dei browser per poi perdere via via fette di mercato a favore di un’agguerrita concorrenza, quella di Firefox e Chrome in primis. E così, da una percentuale di utilizzo del 95 per cento nel corso degli anni il browser progettato da Microsoft ha visto scendere la quota ad appena il 20 per cento.

Ora la casa di Redmond ha deciso di rinnovarsi e, in occasione del lancio ufficiale di Windows 10 (che sarà disponibile nella seconda metà del 2015), manderà in pensione Internet Explorer, al suo posto un prodotto più snello, veloce e al passo coi tempi, in grado di girare bene sia sui sistemi desktop che sui dispositivi mobili, il nome in codice del nuovo browser è “Project Spartan”. Con Spartan – riporta il Financial Times -, l’azienda fondata da Bill Gates colmare le criticità di Explorer, dando vita a un browser che meglio si adatta alla vita digitale che coinvolge più dispositivi.

In occasione della Microsoft Convergence di lunedì scorso, Chris Capossela, responsabile marketing di Microsoft ha dichiarato: “stiamo ancora individuando quale sarà il nome del nuovo browser per il nostro browser ufficiale che sarà presente in Windows 10. Continueremo ad avere Internet Explorer nel nostro sistema operativo, ma avremo anche un nuovo browser, nome in codice ‘Project Spartan’, vedremo poi come battezzare ufficialmente il browser”.

Commenti