Google svela il suo nuovo notebook Chromebook Pixel

Google ha iniziato ieri la commercializzazione del suo nuovo notebook Chromebook Pixel, un portatile di fascia alta che monta il sistema operativo Chrome OS di Google. Rispetto al suo predecessore che costava ben 1300 dollari nella versione base, il nuovo Pixel viene offerto in configurazione standard a 999 dollari e a 1299 dollari nella versione Premium. Queste le caratteristiche hardware:

Display LCD da 12.85” pollici multi-touch con aspect ratio 3:2 e risoluzione da 2560×1700 pixel;
Processore da 2.2GHz Intel Core i5 (con opzione per montare processore a 2.4GHz Intel Core i7);
RAM da 8GB fino 16GB DI RAM;
Disco storage SSD da 32GB fino a 64GB;
Fotocamera frontale da 720p;
Retroilluminazione della tastiera;
2X porte USB tipo C;
2 porte USB 3.0;

Slot per scheda SD;
Bluetooth 4.0 e connettività 802.11a/b/g/n/AC Wi-Fi;
Dimensioni e peso: 297,7 x 224.6 x 15.3 mm; 1,5 kg;
Autonomia batteria: 12 ore.

Il Chromebook Pixel è equipaggiato con due porte USB tipo C che possono asservire sia come output video per collegare un display esterno, che come fonte di alimentazione; e a proposito di alimentazione, secondo Google una singola carica di 15 minuti, consente un’autonomia di due ore della batteria. Una carica completa, invece, garantirebbe – sempre secondo i dati divulgati da Google – fino a 12 ore di autonomia. Così come il modello precedente, il Chromebook Pixel 2 è costruito in alluminio e ospita un trackpad in vetro.


Lo storage risicato rispecchia il pensiero di Google in cui l’utente debba utilizzare il software disponibile quasi esclusivamente online, così come fruire di streaming di musica e video tramite servizi digitali, piuttosto che memorizzare tutto localmente sul dispositivo.
Al momento il notebook è già in vendita nel solo mercato statunitense.

Commenti