Anche Unity 5 diventa free con la Personal Edition

In occasione delle GDC 2015 di San Francisco, Unity Technologies ha ufficialmente pubblicato la quinta versione del suo celebre motore grafico Unity. Dopo l’annuncio di Epic e Valve, che hanno rispettivamente reso gratuiti i loro tool di sviluppo per videogame: Unreal Engine 4 e Source 2, anche Unity Technologies propone la Personal Edition di Unity 5. Questa release sarà utilizzabile per studi e sviluppatori amatoriali che non hanno guadagnato più di 100mila dollari nel precedente anno fiscale.

Unity 5 Personal Edition permetterà di realizzare game per iOS, Android, Windows, Windows Phone, BlackBerry, console, Samsung Gear VR, browser dotati di tecnologia WebGL, in tutto sarà supportato da 21 diverse tipologie di hardware. L’unico vincolo per gli utilizzatori sarà quello di vedere uno splashscreen iniziale nelle applicazioni sviluppate con questa versione; condizione più che accettabile se si pensa che a fronte si potrà utilizzare gratuitamente una delle piattaforme di sviluppo giochi più utilizzata al mondo completa dei tool Profiler, Occlusion Culling, Render-to-Texture, Post-Processing Special Effects.

La Professional edition di Unity 5 è invece rivolta a un’utenza professionale e mette a disposizione degli utenti tool aggiuntivi come Unity Cloud Build Pro, Game Performance Reporting, Unity Analytics Pro; consente inoltre l’accesso alle versioni beta e preview. Il costo per questa release è 75 dollari al mese.

Tra le tante novità introdotte in Unity 5, una nuova modalità di illuminazione, che consente di realizzare in relative avanzatissimi effetti di luce e riflessi colorati a seconda della fonte di illuminazione. Anche l’editor subisce un netto miglioramento e ora include un mixe audio e la possibilità di utilizzare l’ultimo motore PhysX 3.3 per simulazioni ancora più realistiche ed efficaci. L’editor è ora completamente compatibile con i sistemi a 64-bit sfruttando così appieno tutta la RAM installata nel proprio personal computer.

Commenti