Studente canadese inventa crema per eliminare i tatuaggi

Per chi negli anni passati si è fatto un tatuaggio e ora desidera farlo sparire, la medicina moderna potrebbe presto avere una soluzione di gran lunga più conveniente e meno dolorosa delle attuali tecniche.

La novità riguarda una ricerca svolta da uno studente canadese della Dalhousie University. Alex Falkenham, Ph.D. del dipartimento di patologia dell’Università, ha sviluppato una crema topica – battezzata “Bisphosphonate Liposomal Tattoo Removal” o più semplicemente “BLTR” – che potrebbe essere applicata per attivare il sistema immunitario del paziente a rimuovere i tatuaggi.

La rimozione tradizionale di un tatuaggio consiste nell’utilizzare un laser capace di eliminare gli inchiostri, è una tecnica che richiede tempo, può produrre danni alla pelle ed è altamente costosa. Secondo un recente rapporto di IBISWorld, lo scorso anno, il solo mercato americano per quanto riguarda la rimozione dei tatuaggi, ha fatto segnare l’incredibile cifra di 75.5 milioni di dollari.

Quando si decide di fare un tatuaggio il pigmento colorato introdotto nella pelle dal tatuatore, non rimane nell’epidermide ma si sposta verso il derma profondo dove viene disperso da cellule che prendono il nome di macrofagi. “I macrofagi sono conosciuti come i grandi spazzini del sistema immunitario”, spiega Falkenham. “Mangiano materiale estraneo, come i pigmenti del tatuaggio col fine di proteggere il tessuto circostante”.

L’idea dietro BLTR è semplice: potenziare i macrofagi in modo tale che possano spazzare via più contenuto di inchiostro e così liberare la pelle completamente dal tatuaggio. La crema di Falkenham contiene un composto grasso, un lipide, che penetra nella pelle e si  infiltra nei macrofagi, formando piccole vescicole conosciute come liposomi in grado di “aspirare” la tintura del tatuaggio. A differenza del laser che può provocare ustioni, infiammazioni, cicatrici, la crema lascerebbe solo un piccolo alone.

In ogni caso sulla crema devono essere svolti ancora diversi test e poi avviata la sperimentazione umana, anche per determinare quante applicazioni saranno necessarie per rimuovere completamente un tatuaggio. Attualmente Falkenham sta testando la crema sui tatuaggi posti sulle orecchie dei maiali, una specie in cui i tessuti sono relativamente simili a quelli degli esseri umani.

Falkenham per la sua crema, ha ricevuto un finanziamento atto a perfezionarla e renderla idonea per la commercializzazione. La crema, secondo una stima del suo stesso inventore, costerà circa 4,5 centesimi per centimetro quadrato, ciò significa che per rimuovere un piccolo tatuaggio di 10×10 cm basteranno solo $4,5 dollari. Davvero niente male! Fonte e approfondimenti

Commenti