Lo smartphone che effettua un duplicato delle chiavi

Si chiama “Key me”, è un’applicazione per iPhone (presto dovrebbe essere disponibile anche per sistemi Android) che permette di usare il proprio smartphone Apple per conservare e condividere con gli amici e i parenti più stretti una copia delle chiavi di casa.
Utilizzando la fotocamera dell’iPhone l’app “Key me” effettua una scansione delle nostre chiavi, se dovessimo smarrirle basterà accedere alla copia della chiave in archivio sullo smartphone,  recarsi presso uno dei ferramenta o chioschi interattivi che supportano il servizio e realizzare agevolmente un duplicato delle chiavi.

Altre stregua di “Key Me” funziona “Keys duplicated” (al momento in cui scriviamo il servizio sembra non essere più attivo), basta scattare una foto fronte-retro della chiave da duplicare, quindi inviarla al servizio che per 6 dollari invierà il duplicato della chiave direttamente a casa.

L’app "Key Me" impiega la fotocamera dell’iPhone per effettuare una scansione tridimensionale delle chiavi, creando un archivio facilmente accessibile dallo smartphone stesso.

L’app “Key Me” impiega la fotocamera dell’iPhone per effettuare una scansione tridimensionale delle chiavi, creando un archivio facilmente accessibile dallo smartphone stesso.

Sebbene le aziende che hanno lanciato i servizi si dicono sicure sul fatto che è difficile che qualcuno scatti una foto alle chiavi di un utente, per poi farne un duplicato a sua insaputa, la prudenza non è mai troppa. Occhio quindi!
Nel caso di “Key Me” l’azienda sostiene che  la scansione della chiave, fronte-retro, deve avvenire poggiando la stessa su un foglio bianco (a una distanza di 10 centimetri) in modo tale che sul foglio sia presente la sola chiave e non altri oggetti e che il pagamento dei duplicati nei chioschi interattivi avviene esclusivamente presentando la carta di credito.
Idem se un ipotetico ladro rubasse lo smartphone; in questo caso per accedere alla possibilità di richiedere un duplicato, il ladruncolo dovrebbe fornire carta di credito, Apple ID, indirizzo email verificato e dettagli sull’operatore telefonico.

Commenti