Samsung acquisisce LoopPay, la concorrente di Apple Pay

LoopPay, l’azienda creatrice di un servizio per i pagamenti mobili, una delle maggiori concorrenti di Apple Pay, è stata ufficialmente acquisita da Samsung. Dell’accordo già se ne parlava lo scorso dicembre e ora si è ufficialmente concretizzato. LoopPay permette agli utilizzatori di pagare senza la necessità di utilizzare lettori magnetici – con banda magnetica della carta di credito da strisciare nel lettore – e macchine POS; secondo LoopPay, i suoi prodotti riescono comunque a lavorare con il 90 per cento delle architetture già esistenti nei negozi. La tecnologia potrà essere impiegata da ogni dispositivo Android, anche se LoopPay funziona anche con i dispositivi Apple, nessun riferimento invece a Windows Phone, il sistema mobile di Microsoft che pian pianino sta conquistando anche la sua fetta di mercato.

L’acquisizione aiuterà Samsung a cogliere il mercato nascente dei pagamenti mobile per dispositivi non Apple, che è attualmente diviso tra diverse aziende del settore. “Siamo entusiasti di lavorare con LoopPay, portando ai consumatori una soluzione di portafoglio mobile che non solo è sicuro e affidabile, ma anche ampiamente accettata da quasi tutti gli store mondiali” ha dichiarato David Eun, Executive Vice President di Samsung Electronics Co. Ltd. “Attraverso questo accordo possiamo significativamente accelerare i nostri sforzi orientati al commercio mobile. Il team di LoopPay ha stretto importanti relazioni con banche, reti di carte di pagamento elettronico e commercianti, che andranno a completare quelle che Samsung ha stabilito nel corso degli anni”.

Intanto è di qualche mese fa la notizia che Apple Pay ha raggiunto l’1 per cento di tutti i pagamenti digitali negli Stati Uniti d’America – gli utenti hanno usato mediamente il telefono per effettuare 1,4 pagamenti al mese ciascuno, soprattutto nei supermercati Whole Foods, da Walgreens e McDonald” – e sta ora preparandosi per espandersi anche in Europa e negli altri paesi del mondo. In Inghilterra il servizio di pagamento di Apple dovrebbe approdare entro la prima metà del 2015.

Commenti