Una tavoletta grafica che proietta immagini olografiche manipolabili

Una tavoletta grafica 3D che proietta nello spazio oggetti virtuali manipolabili. Il dispositivo prodotto dalla statunitense Infinite Z rappresenta, di fatto, un passo avanti verso l’interazione tra uomo e macchina. zSpace – questo il nome del prodotto – è costituito da uno speciale display da 24”, con una risoluzione 1080p a 120 Hz, in grado di proiettare immagini tridimensionali e, contemporaneamente, grazie ad apposite telecamere integrate, di tenere traccia dell’occhio umano, regolando così la prospettiva dell’immagine mostrata a mezz’aria; rende possibile, in sostanza, osservare la riproduzione olografica da più angolazioni e, con semplicità, modificarla.

Le immagini che fluttuano davanti agli occhi degli utenti non sono solo degli ologrammi da ammirare, possono anche essere agevolmente manipolate impiegando una speciale penna hi-tech fornita in dotazione. Ed è proprio questa caratteristica che rende zSpace un prodotto all’avanguardia che dà spazio all’impiego della tecnologia olografica 3D anche in altri settori. Pensando all’ingegneria civile, all’architettura, al design, alla medicina e tutti quei settori dove è necessaria una fase progettuale: è facile intuire i vantaggi di un lavoro preventivo di visione dell’opera!

Un pensiero anche per gli sviluppatori
Infinite Z, per il suo schermo olografico 3D, ha subito riscosso un considerevole successo e ha ottenuto il supporto da parte di molti giganti del software di progettazione 3D, tra cui Autocad, 3ds Max, Inventor e Maya. L’azienda permette a chiunque di creare software ad hoc per la tavoletta grazie a un apposito kit dedicato agli sviluppatori.

Commenti