Facebook può causare depressione. Lo dice un nuovo studio

Ricercatori della University of Missouri-Columbia hanno scoperto che essere invidiosi degli amici di Facebook può portare alla depressione.  “Abbiamo verificato che gli utenti Facebook che provano invidia delle attività e comportamenti dei loro amici, sono molto più propensi a sviluppare forme di depressione”, ha spiegato Margaret Duffy, che continua, “Facebook può essere un divertimento e una sana attività se gli utenti approfittano del sito per rimanere in contatto con vecchi amici e parenti e condividere aspetti interessanti e importanti della loro vita, ma se usato come modo per rapportare la propria esistente a quella degli altri, può avere un effetto negativo, facendo scaturire forme di depressione. È importante essere consapevoli di questi rischi, così da evitare certi tipi di comportamento”.

Per il loro studio, Duffy ed Edson Tandoc, un ex studente della Missouri-Columbia e ora assistente professore presso la Nanyang Technological University di Singapore, hanno intervistati 700 giovani studenti analizzando le loro abitudini relazionandole a eventuali forme depressive.

Certo, la depressione può scaturire da diversi altri fattori, ma lo studio cerca di dare una spiegazione e un aiuto a tutte quelle persone che si sentono ossessionate dai social media, spiegando loro il perché del loro malessere.

Lo studio è stato pubblicato sul magazine Computers in Human Behavior.

Commenti