Mangiare uova rende più generosi. Lo conferma uno studio

Secondo alcuni psicologi dell’Università di Leiden, in Olanda, il triptofano – sostanza commercializzata come integratore alimentare chiamato TRP – un composto naturalmente presente anche nelle uova, può aumentare la generosità delle persone. L’aminoacido contenuto nelle uova viene convertito in serotonina, la molecola che ci aiuta a star bene con noi stessi.

I ricercatori hanno scoperto che consumare una piccola porzione di triptofano – l’equivalente di quello trovato in tre uova – ha raddoppiato nei volontari la quantità di  somma donata in beneficenza. “Per la prima volta, abbiamo verificato se la somministrazione di un composto contenuta in alimenti come pesce, uova, soia e latte può aumentare la propensione a fare beneficenza. Il nostro studio è la prima dimostrazione che la donazione caritatevole può essere rafforzata grazie alla somministrazione di integratori alimentari correlati alla serotonina – l’aminoacido triptofano contenuto nelle uova viene convertito in serotonina.” hanno commentato gli studiosi.

Gli autori dello studio hanno effettuato gli esperimenti su un campione di 32 uomini e donne; alla metà delle persone sono stati somministrati 0,8 grammi di TRP, agli altri del placebo. A ogni partecipante, come ricompensa per aver presto parte all’esperimento, sono state riconosciute $11.25; agli stessi è stato poi chiesto se fossero disposti a donare parte della loro ricompensa ad associazioni come Unicef, Amnesty International, Greenpeace e WWF. Quando i psicologi hanno contato le somme devolute in beneficenza, hanno scoperto che chi era stato sottoposto a dosi di triptofano aveva mediamente donato $1,15, mentre coloro che aveva ricevuto il placebo la metà di questa cifra.

Come l’integratore alimentare riesce ad avere un tale effetto non è ancora chiaro, ma secondo gli scienziati, l’ossitocina, il cosiddetto ormone delle “coccole” – prodotto dalle donne durante l’allattamento al seno – avrebbe un ruolo fondamentale. Secondo gli studiosi, “è molto probabile che la volontà di donare soldi in beneficenza è modulata dall’effetto che la serotonina esercita sui livelli di ossitocina”.

Commenti