YouTube. I video ora girano per default con HTML5

Il declino di Adobe Flash sembra ormai inesorabile e oggi, forse, arriva il colpo finale per la tecnologia che per oltre un decennio ha fatto sfoggio di se nei browser di tutto il mondo. Chissà cosa direbbe oggi Steve Jobs, che qualche anno fa aveva dimostrato grande lungimiranza annunciando al mondo intero che mai i suoi dispositivi mobili avrebbero adottato quella tecnologia proprietaria troppo chiusa, avida di risorse hardware e di conseguenza non idonea per essere sposata dai dispositivi mobili che devono fare i conti con un centellinato consumo energetico per preservare la batteria, lanciando, di fatto, HTML5 come valido e unico sostituto ad Adobe Flash.

Google ha reso noto che YouTube per default utilizzerà per lo streaming video esclusivamente la tecnologia HTML5 – ufficialmente introdotta da YouTube nel 2010 – su tutti i browser moderni: Google Chrome, Microsoft Internet Explorer 11, Apple Safari 8 e le nuove beta di Mozilla Firefox.

Adottando di default HTML5, YouTube potrà ora avvalersi del codec VP9 di google, giovando di una ridotta larghezza di banda necessaria per lo streaming video (circa il 35 per cento in meno) e di un’aumentata velocità nell’esecuzione del video stessi (dal 15 all’80 per cento più veloce). Le estensioni “MediaSource Extension” consentiranno anche di condividere video YouTube sui siti Web senza dover adottare plug-in o particolari server.

Con la tecnologia HTMl5 adottata di default, Google depreca anche i vecchi codici utilizzati per integrare i video YouTube nelle proprie pagine Web. Addio quindi alle API Flash (tag <object>) e via all’utilizzo del più recente sistema con tag <iframe>.

Commenti