Ritrovato in Turchia il più antico arnese in pietra

È stato rinvenuto in Turchia il più antico utensile in pietra mai scoperto prima, rivelando così che gli esseri umani si sono spostati dall’Asia all’Europa molto prima di quanto si pensasse, circa 1,2 milioni di anni fa. Il ritrovamento è un pezzo di quarzite lavorato dall’uomo ed è stato scoperto in antichi depositi del fiume Gediz, nella Turchia occidentale. La scoperta è stata fatta da ricercatori della Royal Holloway e dell’Università di Londra, insieme a un team internazionale dal Regno Unito, Turchia e Paesi Bassi. Il prof. Danielle Schreve, dal dipartimento di geografia presso il Royal Holloway, spiega: “questa scoperta è fondamentale per stabilire la tempistica e la rotta percorsa dalla specie umana per insediarsi in Europa. La nostra ricerca suggerisce che il reperto è il più antico manufatto mai registrato fino ad oggi”. Per datare l’oggetto i ricercatori hanno fatto uso di strumenti ad alta precisione impiegando metodi radioisotopici e principi paleomagnetici, appurando che i primi esseri umani erano presenti nella zona tra circa 1,24 e 1,17 milioni di anni fa. In precedenza, i più antichi fossili di ominidi in Turchia occidentale erano stati recuperati nel 2007 a Koçabas, ma la datazione di questi e altri reperti di pietra erano incerte. Fonte

Commenti