Stampano in 3D due vertebre al titanio e le sostituiscono con quelle danneggiate di un paziente

Lo scorso 3 dicembre, chirurghi della Zhejiang University School of Medicine a Hangzhou, in Cina, hanno effettuato un intervento chirurgico – il primo di questo tipo – per rimuovere due vertebre danneggiate da un paziente di 21 anni, Wang Lin. Al loro posto è stato inserito un impianto al titanio stampato in 3D e modellato con l’esatta dimensione necessaria per il corpo del paziente. Per l’occasione è stato realizzate un modello 3D virtuale della colonna vertebrale di Lin sul quale sono state poi prese le misure per la stampa tridimensionale delle vertebre. Questo tipo di intervento, rispetto a un’operazione di chirurgia convenzionale, oltre a favore il lavoro dei chirurghi, garantisce anche meno rischi per il paziente. Il ragazzo da molto tempo soffriva di dolori lancinanti al petto e, in seguito una visita ospedaliera, si è appurato che era affetto da Fibroma Ossificante, lesioni benigne dell’osso che si stavano formando nella zona spinale, un  tumore estremamente raro, soprattutto attorno alle vertebre. L’intervento è stato un completo successo e Lin dovrebbe avere un pieno recupero delle sue funzionalità. Una piccola nota sul materiale impiegato: la stampa 3D del titanio sta riscuotendo un enorme successo in campo medico, il titanio, infatti, sempre esser il metallo giusto per realizzare impianti nel corpo umano, uno dei pochi che il sistema immunitario non rigetta.

Commenti