Wire, l’applicazione che sfida Skype su iOS, Android e Mac

Janus Friis, co-fondatore di Skype, è al centro della nuova applicazione Wire – disponibile da oggi – per sistemi iOS, Android e Mac. Si tratta di un’applicazione di messaggistica, anche vocale, che dovrebbe operare similmente a Skype ma con un bagaglio tecnologico migliore e dal design molto semplificato. Friis ha così commentato: “Skype è stato lanciato più di un decennio fa, molto è cambiato da allora, siamo tutti abituati a chiamate gratuite ed SMS, la potenza di un computer sta ormai nel palmo di una mano; è giunto il momento di avere strumenti migliori per la comunicazione e Wire fa proprio questo”, utilizzando il meglio della tecnologia oggi a disposizione. Wire funziona sia come app desktop sia mobile, si rivolge essenzialmente agli utenti più giovani, quelli più affini all’uso dello smartphone e permette agevolmente di condividere il testo, immagini, audio HD e altri contenuti multimediali, inclusi i contenuti di SoundCloud e YouTube. Attualmente manca il supporto video per le registrazioni asincrone e la chat video in tempo reale, ma queste e altre funzionalità, come il supporto di HTML5, dovrebbero essere presto integrate.  Le persone che stanno dietro a Wire la dicono lunga sulla loro esperienza sul campo e sulle potenzialità della loro applicazione: a parte Friis, il CEO Jonathan Christensen, lavora da 15 anni nel campo delle comunicazioni Internet, ha prestato le sue opere prima su MSN Messenger poi su Lync di Microsoft per fondare poi l’azienda che ha prodotto il software di elaborazione audio Camino Networks, successivamente acquisita da Skype; il co-fondatore Alan Duric (CTO) è noto per aver co-fondato Camino, così come Telio, una società di VoIP simile a Vonage.

Commenti