Ricercatori sviluppano batteria che funziona con lo zucchero

Ricercatori della Virginia Tech hanno messo a punto una batteria ad alta densità energetica che tra il suo funzionamento dalla zucchero e che apre così la strada a nuovi dispositivi biodegradabili. Addio quindi alle batterie usa e getta che deturpano l’ambiente, le nuove batterie potranno essere gettate via senza il rischio di provocare inquinamento ambientale. Percival Zhang, professore che ha presto parte al progetto, spiega che “lo zucchero è un composto ideale per accumulare energia, e che questo prototipo di batterie non è il primo modello che sfrutta questo alimento”. Rispetto alle altre proposte però, la nuova batteria offre una densità di energia superiore, ovvero non necessita di essere caricata in brevi lassi di tempo e può essere ricaricata aggiungendo semplicemente dello zucchero. La batteria funziona per mezzo di un enzima sintetico che, in combinazione con un biocatalizzatore, riesce a creare una fonte di energia che evita l’impiego di metalli costosi come il platino. Il risultato è una batteria ricaricabile, non infiammabile e che non esplode.

Commenti