Acer abbandona Thunderbolt a favore dello standard USB 3.0

L’Ultrabook Acer Aspire S5 è stato uno dei primi PC Windows a integrare una porta Thunderbolt, antagonista di USB 3.0 sviluppata da Intel. È di questi giorni la notizia che Acer ha deciso di supportare Thunderbolt nei suoi prodotti Windows a favore di USB 3.0. Secondo uno dei portavoce dell’azienda, la scelta è sostanzialmente dovuta a un problema di costi. USB 3.0, “è meno costoso, offre larghezza di banda comparabile, ricarica per dispositivi quali telefoni cellulari e altri dispositivi mobili e ha una grande base installata di periferiche e accessori”. Thunderbolt permette trasferimenti dati a una velocità fino a 10 Gigabit al secondo, rispetto alla velocità di 5 Gigabit al secondo per USB 3.0. Nonostante la presa di posizione di Acer, Intel ha pubblicamente dichiarato che l’adozione della tecnologia su PC Windows in realtà è in aumento. Jason Ziller, Director of Thunderbolt Planning/Marketing ha dichiarato, “Ci sono più di una dozzina aziende che utilizzano processori Intel che hanno sposato la tecnologia Thunderbolt, tra cui da Lenovo, Dell, Asus etc, altri lo faranno durante il corso dell’anno; si tratta di una tecnologia che trova posto su sistemi di un livello alto, non è mirata per essere installata su sistemi di fascia media”. Già a partire da quest’anno Intel promuoverà lo standard Thunderbolt 2, che offre una velocità di trasferimento dati fino a 20 Gigabit al secondo. Nel frattempo l’USB 3.0 Promoter Group ha annunciato piani per una versione “SuperSpeed” di USB 3.0, che aumenterà il trasferimento dati di fino a 10 Gigabit al secondo.

Commenti