Il notebook se a contatto con la pelle rischia di danneggiarla seriamente

Toasted Skin Syndrome, è la condizione definita da alcuni ricercatori dell’Ospedale Universitario di Basilea in Svizzera, che si verifica quando la pelle è esposta al calore generato da un notebook per lunghi periodi di tempo. Un articolo apparso qualche giorno fa tra le pagine della rivista medica Pediatrics mostra un caso di un ragazzo di 12 anni che aveva la pelle della sua coscia sinistra a chiazze, dopo che il ragazzo per diversi mesi aveva passato ore e ore a giocare con il suo portatile poggiato sulle gambe. I ricercatori suggeriscono, in questi casi, l’utilizzo di un tappetino o, comunque, di un elemento in grado di isolare il calore generato dal notebook dal corpo. I ricercatori hanno ora avviato una pratica per “obbligare” i produttori di notebook a riportare sui dispositivi delle indicazioni sul corretto utilizzo del computer portatile. Fonte

Commenti