Il nanocerotto che sostituisce aghi e siringhe

Alcuni ricercatori dell’Università australiana del Queensland (UQ), hanno sviluppato un prototipo di dispositivo di vaccinazione, che non richiede l’uso di aghi e siringhe. Si tratta di un cerotto che, grazie all’impiego delle nanotecnologie, consente in appena due minuti di iniettare la sostanza nell’organismo, consentendo ai medici di utilizzare solo un centesimo della sostanza generalmente utilizzata per la vaccinazione. A capo del team di ricerca c’è il prof.Mark Kendle, esperto di bioingegneria e nanotecnologia, secondo l’esperto presto sarà così possibile “abbattere ogni utilizzo di aghi e siringhe”, fornendo al paziente un beneficio anche psicologico, per non parlare della possibilità di eliminare i problemi inerenti l’uso di aghi infetti.

Commenti