Sesso. Presto il viagra versione femminile

Si chiama UK-414,495 è una molecola che, a quanto pare da una ricerca condotta da Chris Wayman, presso i laboratori della Pfizer a Sandwich nel Kent, potrebbe presto portare alla realizzazione di un farmaco simile al viagra, ma in “versione” femminile. Secondo gli scienziati, la molecola si attiva con la stimolazione del nervo pelvico, convogliando il sangue verso i genitali e provocando di fatto l’eccitazione. Al momento non è stato messo a punto nessun farmaco, le ricerche comunque continuano e non è escluso che già tra qualche mese potremmo trovare in farmacia il “viagra rosa”.

Commenti