Una città di nome Google

Il sindaco di una città del Kansas, Topeka (che conta 122.000 abitanti), ha deciso, almeno fino a fine mese, di cambiare il nome della città in Google. Un atto di protesta per sensibilizzare la dirigenza del famoso motore di ricerca, a dotare la cittadina di banda larga. Secondo il primo cittadino, Bill Bunten, la trovata porterà solo beneficio alla cittadina, in termini di pubblicità, visitatori e incentivi per i giovani a non emigrare altrove. Solo poche settimana fa Google aveva mostrato alla stampa un progetto che prevede la cablatura di alcune città americane a una rete internet super veloce (un gigabit al secondo), quasi 100 volte superiore rispetto a quanto previsto dalla banda larga attuale. E così il sindaco della cittadina di Topeka ha pensato bene di cogliere la palla al balzo e candidare la sua città come una delle possibili zone da cablare.

Commenti