Donne più abili degli uomini nel capire prima gli errori

Un recente studio condotto presso il CNR e in collaborazione con l’Università di Milano-Bicocca, mostra come le donne siano più pronte a percepire gli errori rispetto agli uomini, più lenti nel carpire se c’è qualcosa che non va. Per giungere a tale conclusione, sono stati presi in esame 23 studenti universitari, agli stessi è stato chiesto di osservare e riconoscere 260 immagini, al fine di valutare l’attività cerebrale, monitorata grazie all’impiego di 128 sensori. Dal test è emerso che dei 23 candidati, la percentuale di donne è stata nettamente più in gamba; scientificamente, le donne hanno manifestato un’attivazione più veloce dei neuroni specchio (che si attivano selettivamente quando si compie un’azione), collocati nelle aree cerebrali in cui prevale l’affettività, ovvero la corteccia cingolata e il sistema limbico. Negli uomini, invece, la prima ad attivarsi è stata l’area più razionale, la corteccia orbitofrontale. Lo studio è stato pubblicato sul magazine scientifico Neuropsychologia.

Commenti