La vitamina B12 per migliorare la memoria

Una recente ricerca pubblicata sul magazine Neurology, e condotta da David Smith dell’università di Oxford,  mostra come un adeguato consumo di vitamina B12, permette, in persone di una certa età, di migliorare la memoria. Lo studio ha visto impegnati i ricercatori nell’esaminare 107 volontari con età compresa tra 61 e 87 anni, suddivisi in tre fasce a seconda dei loro livelli di vitamina B12 nel sangue. Lo scienziato a capo del progetto in un’intervista ha dichiarato che la vitamina potrebbe addirittura rallentare i naturali processi di invecchiamento delle cellule cerebrali, nonché ridurre il rischio di contrarre la demenza senile. La ricerca, comunque, è ancora in una fase troppo embrionale per dare conferma certa di quanto studiato. La vitamina B12 si trova prevalentemente in cibi come: carne, cereali, pesci, uova.

Commenti
BEATRICE ha detto:

vorrei sapere se la carenza di vitamina B12 può determinare la presenza frequente delle afte del cavo orale. Se c’è una correlazione come fare a verificare, con un semplice esame del sangue? iNOLTRE, COME ASSUMERE ADEGUATAMENTE LA VITAMINA IN QUESTIONE E IN QUALI CIBI TRIOVARLA PER ASSUMERLA SENZA RICORRERE AGLI INTEGRATORI. GRAZIE PER LE VOSTRE RISPOSTE